• RSS
  • youtube
Home  -  Archivio  -  Lotto, che passione: nel 2004 giocati 23 miliardi

Lotto, che passione: nel 2004 giocati 23 miliardi

La cifra corrisponde a quasi il 2% del Pil. Tutti i tipi di azzardo sono in aumento ma il vero boom è quello del Lotto per il quale in un anno sono stati spesi 10,5 miliardi di euro con un incremento del 42% rispetto al 2000. Quattro miliardi di euro spesi per i videopoker

Lotto, che passione: nel 2004 giocati 23 miliardi Lotto, che passione: nel 2004 giocati 23 miliardi

Gli italiani, stragati dalla "Dea bendata, si "giocano" ogni anno una fortuna: nel 2004 le stime parlano di 23 miliardi di euro, poco meno del 2% del Pil nazionale. La fotografia del "vizio" è stata scattata dall'annual report dell'Aams, l'Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato presentato a Roma dal direttore generale Giorgio Tino.

Dal rapporto emerge che , per i giochi, il 2004, sarà un vero e proprio anno boom, con un incremento di oltre il 38% rispetto al 2003 quando le giocate ammontarono a 16,666 miliardi.

Tutti a rincorrere quindi la dea bendata e, per afferrarla, sembrano interessati a quasi tutte le tipologia di gioco. E le lievi flessioni di alcuni, come superenalotto o totip, sono ampiamente compensate dal successo degli altri, a cominciare dal Bingo per finire al lotto il cui successo è tale da costituire un caso a se stante.

I giochi da ricevitoria «a ripartizione» (Superenalotto, Tris, Totip, Concorsi pronostici), - si legge nella relazione dei monopoli - hanno un andamento in lieve ma costante flessione, sia per fattori intrinseci, connessi all'evoluzione delle preferenze dei giocatori, sia per effetto della concorrenza del Lotto. Superenalotto e Concorsi pronostici risentono, inoltre, di una percentuale di «payout» oggettivamente più bassa rispetto ad altri giochi.

Il Lotto, invece, rappresenta un fenomeno a se stante, sia per i volumi della raccolta, (le stime parlano di 10,5 mld con un incremento del 42% rispetto al 2000) e del gettito erariale, sia per il suo andamento, che nel corso del 2004 si presenta al contempo particolarmente favorevole e fortemente a rischio per una, forse irrepetibile, concentrazione di numeri ritardatari, che ha catalizzato l'attenzione di moltissimi giocatori, distraendoli anche da altri giochi.

Andamento positivo per i giochi da sala, in particolar modo per il Bingo che, dopo le note difficoltà iniziali, è cresciuto fino a raggiungere un soddisfacente equilibrio, apportando una raccolta mensile mediamente superiore ai 13.000.000 di Euro con una stima complessiva per il 2004 di 1,6 mld. La possibilità di ottenere un ulteriore sviluppo del gioco è ora connessa all'avvio del "Bingo interconnesso" ed elettronico, che tuttavia incontra forti difficoltà per lo stato finanziario delle società di gestione.

Bene anche gli apparecchi da intrattenimento che stanno dando un apporto sempre piy rilevante alle entrate erariali, ma il mercato del gioco legale, nota l'Aams, rappresenta ancora solo una parte del totale, e sussistono pertanto importanti prospettive di ulteriore recupero dall'illegalità e di sviluppo della raccolta.

Anno positivo anche per le lotterie che, seppur rappresentano una tipologia di gioco con forti elementi di stallo correlati all'evoluzione delle preferenze del pubblico, hanno finalmente invertito il trend negativo e si prevede raccolgano nell'anno 460 milioni, grazie, come si rileva nel rapporto, alle incisive azioni di rilancio avviate grazie ad un nuovo modello di interazione tra soggetti pubblici e privati, le cui potenzialità sono attestate dal successo delle iniziative riguardanti, sia le lotterie istantanee (con i cosiddetti "Gratta e Vinci"), sia le lotterie tradizionali, in particolar modo con la nuova proposta televisiva per la Lotteria Italia.

Le scommesse ippiche, con una stima per il 2004 di 2,3 mld di raccolta, mantengono una sostanziale stabilità nel tempo, riconducibile all'esistenza di un parco giocatori fortemente competente, appassionato dell'ippica ma, di converso, ristretto e non facilmente ampliabile.

Forte espansione per le scommesse sportive, grazie anche ad una prima diffusione del gioco telematico, che si allineano ad un trend internazionale di elevato sviluppo, molto ben delineato.

  • Vai a:
     
     
    ©RIPRODUZIONE RISERVATA
14
Commenti
TUTTI
PIÙ POPOLARI
Loading...
Loading...
Nessun commento inserito
  • Per commentare gli articoli devi essere iscritto a panorama.it
  • Puoi farlo anche utilizzando il tuo account facebook