Cinque romanzi per la festa del papà

Oggi è la festa del papà: ecco cinque romanzi sul rapporto padre-figlio, da leggere o regalare

Cinque romanzi per la festa del papà Cinque romanzi per la festa del papà

di Andrea Bressa

Che siano personaggi comprimari o secondari, despoti o amorevoli, l’influenza che portano le figure paterne nei romanzi non è mai da sottovalutare. Proprio come nel mondo reale. Da Cormac McCarthy a Richard Ford, passando da Sandro Veronesi e Giuseppe Pontiggia fino a Paul Auster, ecco allora, in occasione della festa del papà, cinque romanzi in cui il rapporto tra padre e figlio fa nascere riflessioni, trame ed emozioni.

La strada – Cormac McCarthy

Un’apocalisse nucleare ha trasformato il mondo in un luogo buio, freddo e senza vita, in cui bande di disperati lottano tra di loro per sopravvivere, depredandosi e anche divorandosi se necessario. In quest’inferno un uomo e un bambino, padre e figlio, sono in cammino verso sud lungo una strada americana, con solo un carrello per custodire il loro averi e una pistola con due colpi. Tra pericoli, stenti e l’apparente mancanza di speranza, i due si confrontano, si sostengono e si danno forza attraverso l’amore che li lega.

La forza del passato – Sandro Veronesi

Un pacifico scrittore quarantenne viene avvicinato un giorno da un misterioso tassista, che sembra conoscere la sua vita fin nei minimi particolari. Una rivelazione sconvolgente di quest’ultimo cambia le carte in tavola nella vita del protagonista: suo padre, scomparso da poco, non era l’uomo che aveva creduto di conoscere, ma nientemeno che una spia russa del KGB. Da qui in poi, una volta scoperta la natura del padre, lo scrittore non può far altro che interrogarsi sulla propria. Anche lui è sempre stato diverso da come credeva di essere? Il comodo mondo familiare che si era costruito inizia a sgretolarsi sotto i colpi del dubbio.

Il giorno dell'indipendenza – Richard Ford

Con questo romanzo Ford ha ricevuto il Premio Pulitzer nel 1996. Si tratta della profonda riflessione di un uomo, Frank Bascombe, già protagonista di Sportswriter , che arrivato a quarantaquattro anni si interroga sulla sua vita, il suo passato e i suoi ruoli nella società, in famiglia, negli affetti. Tra questi ruoli, oltre a quello di marito divorziato, c’è anche quello di padre. E alcune delle pagine più belle sono proprio le chiacchierate con il figlio Paul.

Nati due volte – Giuseppe Pontiggia

Frigerio è il padre di un ragazzo disabile, Paolo. In questo romanzo si narra l’esperienza di crescere un figlio costretto a nascere due volte: la prima al momento del parto, la seconda, e più difficile, durante la crescita, affidata all'amore e alla costanza di chi gli sta attorno e lo assiste.

Sunset Park – Paul Aster

Miles Heller manca ormai da dieci anni da New York e dalla sua famiglia. Vive in Florida con la fidanzata minorenne, Pilar. La sorella di lei non è felice di questa relazione e minaccia una denuncia se non si toglie di mezzo; Miles contatta così il suo unico amico Bing e ritorna a Brooklyn per un po’, almeno finché Pilar non diventa maggiorenne. Ma tornare alla città natale significa tornare alle radici. Lentamente Miles, con il suo ritorno, si riavvicina alla famiglia e ricostruisce un rapporto con il padre, confessandogli i motivi che lo avevano indotto a fuggire.

  • ©RIPRODUZIONE RISERVATA